Curiosità

Perché portiamo la fede proprio al dito anulare? la tradizione risale addirittura agli antichi egizi , che credevano di aver individuato una vena che, partendo dall’anulare sinistro, arrivasse fino al cuore: e lungo questa vena pensavano che corressero i sentimenti, primo tra tutti l’amore. Nella culture nord europee ed in quella spagnola e greca l’anello viene invece indossato sulla mano destra, simboleggiando la forza ed il vigore che permetteranno all’amore di essere eterno.

La forma circolare dell’anello, invece, rappresenta il ciclo della vita, un lascito delle antichissime culture mediterranee che passarono integralmente nella tradizione della Roma repubblicana e imperiale. Solitamente gli sposi scambiavano anelli in ferro e, più raramente e solo nelle classi privilegiate, in altri metalli pregiati.

Nel Medioevo gli anelli con cui l’uomo suggellava l’amore per la propria sposa diventarono tre, mentre la tradizione della fede che conosciamo noi oggi, la vera in oro giallo, è andata affermandosi con il tempo, soprattutto perchè l’oro, nella simbologia cristiana, è l’emblema dell’eternità.

  


 

 

 

Anello Eternity o Eternelle

 

L’ anello Eternity o Eternelle  veste il dito lo abbraccia con lo splendore di tutte le sue pietre incastonate. La caratteristica dell’anello Eternity è la continuità  delle gemme, un’eterna fila di diamanti fissati intorno a tutto il gambo.

Questo tipo di anello è considerato un anello di fidanzamento, ma molto spesso viene donato anche per una ricorrenza importante come un anniversario, la nascita di un figlio o viene usato come fede nuziale.

Secondo la storia della gioielleria sembra che il primo anello Eternity risalga al 4000 a.c., ne fu ritrovato un modello ad Ur (Mesopotamia /Iraq), l’anello è considerato simbolo d’eternità. Questo anello nell’antica Roma si donava  in occasione del fidanzamento come impegno reciproco assunto dai due innamorati.

Il simbolo dell’infinito ed anche dell’eternità è rappresentato da due semicerchi che s’incontrano e restano uniti: da qui il nome dato a questo gioiello Eternity.

Viene chiamato Eternity/Eternelle anche il collier con le stesse caratteristiche una fila continua di brillanti che circonda il collo di una donna.

Eros Comin Gioielli propone questo anello con diversi tipi di lavorazione o incassatura e con diverse tipologie di pietre, l’Eternity più comune è incassato a binario ossia una fila di diamanti taglio brillante che si susseguono tra di loro, l’oro li circonda alle due estremità, l’altro tipo d’incassatura classica è quella a griffe che può essere rigida o morbida.

Le pietre che possono essere utilizzate, sono diverse : diamanti bianchi, champagne, brown, neri ma anche zaffiri, rubini o smeraldi. L’abbinamento del colore dell’oro cambia a seconda del colore delle pietre utilizzate: oro bianco, rosa, bianco naturale o giallo.

sss